• Email Share
  • Email Share

Storia del Circolo dei Trivi

Il Circolo dei Trivi nasce nel 2002 con la finalità di pubblicare la rivista “Athame”, oggi prima e unica rivista dedicata interamente alla Wicca in Italia che ha superato la ventesima uscita.

Ma già nel corso del primo anno di attività, la nostra associazione si è trovata a far fronte ad una sempre maggiore richiesta non solo di informazioni, ma anche di formazione e di incontri che consentissero alle persone di conoscersi e organizzarsi.

Dall’anno 2003 al 2007, la nostra Associazione ha organizzato, assieme all’Associazione Anticaquercia che lo ha tenuto a battesimo, il Convegno nazionale sulla Wicca, che oggi si è trasformato nel Concilio dei druidi e delle streghe, a cui ancora collaboriamo. La lunga cooperazione tra queste due importanti realtà del panorama pagano è il più duraturo esempio di collaborazione nell’universo neopagano italiano.

A riprova della volontà di unire la comunità pagana in Italia e non solo, abbiamo preso contatti con la PFI, la Pagan Federation International, Federazione Pagana Internazionale, con sede ad Amsterdam affiliazione della Pagan Federation che ha la sua sede principale a Londra. Morgana la coordinatrice della PFI è venuta in Italia per la prima volta nel nostro paese durante Trivia 2005 e ha continuato a intervenire come relatrice alle nostre manifestazioni. La PFI Italia è oggi un distaccamento indipendente dal Circolo dei Trivi della PFI.

Abbiamo portato inoltre, primi in Italia, esponenti di rilievo della Wicca europea e d’oltre oceano tra cui Vivianne e Chris Crowley, tra i massimi esponenti della Wicca nel mondo, Janet Farrar, che assieme al defunto marito Stewart, è una delle esponenti “storiche” della Wicca, Francesca Ciancimino Howell, nota autrice italo-americana tra i massimi esponenti della tradizione di Gaia. Abbiamo poi contribuito anche alla realizzazione dei seminari di Phillis Curott, nota scrittrice e Grande Sacerdotessa della tradizione di Ara.

Naturalmente non ci siamo mossi solo sul piano internazionale, ma anche e soprattutto su quello nazionale, Davide Marrè (Cronos), cofondatore e attuale Presidente della nostra Associazione, è il massimo autore wiccan italiano con i due testi “Wicca – La nuova era della Vecchia Religione” e “La visione del Sabba”, abbiamo poi promosso nei nostri eventi tutti gli autori italiani che hanno dimostrato di amare la Wicca e la cultura pagana, tra cui Francesco Dimitri, saggista e ormai famoso autore di narrativa, Gabriella Galzio, poetessa e direttore della rivista di poesia “Fare Anima”, Andrea Romanazzi, saggista, ecc.

Parallelamente abbiamo dato spazio anche a percorsi vicini alla Wicca, come lo sciamanismo: organizziamo annualmente il workshop base di scaiamanismo tenuto da Lorenza Menegoni della Foundation for Shamanci Studies e in collaborazione con l’Anticaquearcia abbiamo ospitato per la prima volta a Milano, Philip Carr Gomm, uno dei massimi esponenti del druidismo internazionale.

Dal 2005, grazie ai fondi dalla regione Lombardia, la nostra Associazione organizza un Convegno nazionale dedicato al paganesimo e alla Wicca, nella sua prima edizione a ingresso libero, che ha visto nelle varie edizioni, la presenza di numerosi protagonisti delle associazioni pagane italiane, ma anche relatori d’eccellenza del mondo accademicoe non, tra cui la Prof. Mariagiulia Dondero, il Prof. Tomaso Kemeny, tra cui il dott. Angelo Tonelli, il dott. Matteo Pacini, e che oggi è arrivata alla sua VI edizione Trivia 2011.

Sempre grazie ai fondi stanziati dalla regione, nel 2007 ha preso il via il “Progetto Aurora – Anno della cultura pagana”. Un anno di iniziative gratuite tra cui conferenze, seminari, escursioni, momenti dedicati all’arte, incluso il primo concorso di poesia a tematica pagana “La voce delle Muse” che si è concluso nel gennaio 2008 alla Palazzina Liberty di Milano.

Abbiamo pubblicato inoltre in occasione di Trivia 2008 e a conclusione del “Progetto Aurora” un libro alla cui stesura hanno partecipato diversi autori legati in modi diversi al paganesimo e alla Wicca, “L’essenza del neopaganesimo” che è stato distribuito gratuitamente in centinaia di copie e che oggi è scaricabile sul nostro sito. Mentre nel 2011 sempre in occasione di Trivia è uscito un nuovo monografico di Athame, “I principi della Wicca”.

Dal febbraio 2006 la nostra associazione organizza un’incontro periodico informale, il “Witches’ Cafè”, in collaborazione con la Pagan Federation International e dal marzo 2007 abbiamo inoltre inaugurato i Wicca Study Group, un gruppo di studio che si ritrova a cadenza mesile, per consentire a chi desidera percorrere un sentiero di studio ed esperienza nella Wicca di avere la possibilità di farlo.

Sempre nel 2007, nel mese di maggio, è nato il Gruppo Soteira, il gruppo femminile del Circolo dei Trivi che organizzando anche una sua mailing list, ha iniziato a proporre le sue iniziative all’interno del Circolo, riservate ad un pubblico femminile, e parallelamente l’anno dopo ha preso vita il suo corrispettivo il gruppo Elaphos, dedicato al pubblico maschile.

In relazione agli interventi di protezione dei diritti della persona nel giugno 2004 e fino al dicembre 2007, abbiamo istituito un servizio di “telefono amico pagano”, LineAradia, per fornire supporto solidale a tutti coloro che aderendo a una diversa spiritualità, fossero essi soci o meno dell’Associazione, si trovavano in condizione di disagio rispetto alla famiglia e alle istituzioni, o semplicemente volessero acquisire informazioni. Nel 2008 questo servizio è stato integrato nell’istituzione di una linea fissa del nostro Circolo, che nel 2011 sta cercando un locale apposito a Milano, dove istituire una sede fissa, aperta ad orari stabiliti, obiettivo che si è concretizzato nel 2013, grazie alla collaborazione con l’associazione Argiope, con cui condividiamo il Tempio della Luna, il primo Tempio wicca e neopagano di Milano.

Riteniamo di vitale importanza sviluppare una rete di contatti tra le associazioni pagane. Per anni ci siamo adoperati per questo pur incontrando diverse ostilità. Oggi grazie all’adesione ad un progetto comunitario, il Progetto Articolo 8, con altre realtà neopagane ci apprestiamo a collaborare a un ente nazionale l’Unione Comunità Neopagane.